L’imprenditore e il ghostwriter, suo alter ego: è necessario conoscersi di persona?

Aggiornato il: mar 30

Da questo articolo il blog the different HOUSE inizia a ospitare i post di altri selezionati blogger: professionisti della scrittura, autori, copywriter, editor. L'idea è quella di creare una piazza virtuale ricca di consigli per gli amici che ci seguono. La prima a essere ospitata è Natalia Piemontese, writer e copywriter. Natalia gestisce il sito Creatori di Brand e blog magazine Mammachebrand ci offre un interessante spunto sul rapporto ghostwriter e imprenditore. Buona lettura.


Il ghostwriter

Ho ceduto anch'io alla tentazione. E ho scritto il mio “primo” libro (il primo per me e che porta la mia firma). Perché l’idea di pubblicare un libro di cui essere il protagonista affascina tutti. Tutti, nessuno escluso. Un libro è una parte di noi che rimane per sempre, una testimonianza della nostra vita. Un segno. Anche un’eredità.


Leggi anche: La scheda di valutazione

Così per un imprenditore, perché no. Per un uomo d’affari significa tramandare esperienza, mettere nero su bianco la storia aziendale, le competenze manageriali e le sue “avventure” da capitano d’impresa.


Scrivere un libro da sé non è semplice, però. Primo motivo fra tutti, la mancanza di tempo, perché quello a disposizione, si sa, è da destinare con massima priorità all’azienda.


Ma non è la sola motivazione. Tanti manager, docenti o medici si rivolgono a un ghostwriter perché hanno mille idee in testa da organizzare ma non sanno da dove cominciare. Ecco perché la figura dello scrittore fantasma oggi è sempre più richiesta: perché ha le competenze necessarie e conosce il metodo giusto per dare struttura e coerenza al racconto.


Qui parliamo di scrittura “fantasma” per il business, di storie in cui la vita imprenditoriale si intreccia a quella personale, di uomini d’affari che vogliono rafforzare il loro personal branding. Insomma di comunicazione all'interno di una strategia corporate, di cui il libro è il nucleo ma attorno al quale gravitano altri contenuti come articoli per il blog, newsletter, email ai clienti.


Quanto è importante per l’imprenditore “mostrarsi” al suo alter ego?


Il primo approccio con l’imprenditore è fondamentale. Da sempre intitolo questo momento “Intervista col vampiro” (dove ovviamente il vampiro sono io😊)


Spesso l’imprenditore non ha la curiosità di vedere chi sia il suo ghostwriter. È pragmatico, inizia a inviare via mail tutto il materiale che vuole pubblicare e si aspetta di vederlo ben strutturato e raccontato –ovviamente- in modo comprensibile e corretto.


D’accordo, si tratta di una fase in cui è possibile sentirsi anche solo telefonicamente. (Per quanto mi riguarda, nel frattempo vado a sbirciare sui vari profili social per conoscere il volto del mio interlocutore). Ma presto arriva il momento di doversi vedere “di persona”, in videochiamata, e chiacchierare un po’.


Il ghostwriter sa ascoltare e osserva molto, ma senza mettere a disagio. Conosce il linguaggio paraverbale e non verbale, ha attenzione per i dettagli.

Esiste un risvolto psicologico in questo mestiere, tanto importante quanto a volte ingombrante.

Scopri chi siamo

Il ghostwriter deve padroneggiare elevate capacità di ascolto per entrare in empatia con il cliente. E avere un grande spirito di osservazione. Tutto concorre a comunicare, il solo telefono da questo punto di vista sarebbe troppo riduttivo. Gestualità, mimica facciale, scelta delle parole e delle espressioni, anche silenzi e non detti: l’obiettivo è realizzare un testo denso, professionale, curato e “pieno” della personalità del vero protagonista.


Solo se il cliente è disposto a raccontarsi con onestà, potrà rispecchiarsi nel contenuto del libro e sentirlo “veramente” come se fosse suo. Ma non è così scontato.


Spesso il cliente, rileggendo la “sua” vita scritta dal ghostwriter, non resiste alla tentazione di intervenire, di modificare qualche frase, di introdurre dettagli magari dimenticati nel corso della conversazione. Spesso dietro si cela l’inconscio desiderio di “rivendicare” la paternità di quanto scritto nel libro.


Il ghostwriter, il suo alter ego, lo sa e riesce a gestire anche questo aspetto. Tra i due professionisti nascono sinergie che poi si rivelano fondamentali, per la buona riuscita dell’opera.


Come si sceglie un Ghostwriter? Fa differenza che sia uomo o donna?


Come fa l’imprenditore a capire che il “suo” ghostwriter è davvero quello giusto? Il primo requisito importante da tenere in considerazione riguarda proprio la capacità di ascolto di quest’ultimo (che non significa stare in silenzio ma ascoltare “attivamente”, ponendo le domande più pertinenti al momento giusto, con focus massimo sulle risposte).


Dal punto di vista delle competenze, ovviamente deve essere accurato e preciso nella stesura del testo, ma anche poter mostrare i frutti del proprio lavoro. È vero che un ghostwriter non può rendere noti i libri che ha scritto conto terzi ma è importante che abbia un sito personale, un blog curato e magari un libro che porti la sua firma.


Infine, che sia uomo o donna fa differenza? Assolutamente no, in questo caso il ruolo fondamentale lo gioca l’empatia. Una ghostwriter è assolutamente in grado di scrivere utilizzando la prima persona maschile e viceversa. Quindi, ferme restando le competenze tecniche, è l’imprenditore/imprenditrice che sceglie il professionista con cui è a suo agio. Proprio come accade con il/la personal trainer, un massaggiatore o una massaggiatrice o un ginecologo.


Questo articolo è stato scritto da Natalia Piemontese, copywriter. Natalia è laureata con 110 e lode, un Master in Risorse Umane, specializzata in Seo Copywriting, produzione di contenuti e content editing. Ha lavorato per agenzie di comunicazione e imprese. Nel suo portfolio anche privati e progetti speciali. A completare il suo profilo la certificazione Hubspot Academy. Natalia gestisce il sito Creatori di Brand e blog magazine Mammachebrand.



Non perderti nulla e se ti è piaciuto seguici su Facebook, Instagram o Tik Tok e visita la nostra pagina web

37 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti