COME DESCRIVERE UN PERSONAGGIO DI UN ROMANZO

Aggiornato il: 2 dic 2020

Vuoi sapere come descrivere un personaggio all'interno di un romanzo? Come riuscire a caratterizzarlo, a renderlo unico, a scatenare nel lettore sentimenti di odio o di amore? Bene, sei nel posto giusto. Continua a leggere e scoprirai come scrivere un personaggio indimenticabile.



Come descrivere un personaggio indimenticabile

Si parte con un nuovo esercizio e niente lezioncine. Solo ispirazioni per studiare ciò che fanno quelli bravi. Anche stavolta vorrei proporti un esercizio differente e potentissimo: CLICCA SUL VIDEO IN BASSO E NON GUARDARLO!




Andiamo in ordine.


Domanda: come si descrive un personaggio?


«Beh, facile Michè… "Mr. Tom pesava cento chili, aveva sessant'anni, i capelli bianchi tagliati corti, occhi azzurri, barba lunga e labbra sottili". Visto? Non ci vuole Dan Brown...»


Ecco, forse puoi fare meglio di una lista della spesa; la lista la costruiremo ma servirà in una maniera diversa.


Rifacciamo il gioco del post dei DIALOGHI? (Se non l'hai fatto cercalo sulla mia pagina, ne varrà la pena 😉) Ok le regole sono queste: in basso c’è un video, è la presentazione della CASA DI CARTA, serie di enorme successo si NETFLIX. Tu ASCOLTALO ma NON guardarlo; e pensa sia l'incipit di un romanzo.


Al termine, dimmi che ne pensi. Vai.


[.... attesa mentre guardi il video,

.... attesa,

.... attesa

.... finito]


Allora, come è andata?


«Una bomba! Quindi per creare un personaggio in un romanzo non servono le descrizioni fisiche?»


Certo che servono. Il problema è che spesso la descrizione dei personaggi è povera e si basa su un mero elenco di dettagli anagrafici elencati alla comparsa del soggetto. È un fenomeno che incrociamo spesso durante gli editing letterari.


L’esercizio aiuta a comprendere che si può creare una lista della spesa, ma non farla sembrare tale.


Bisogna ricordarsi che all'interno di un film le descrizioni fisiche lo spettatore le prende da se, in un romanzo è diverso, ma andiamo con ordine.


Prendiamo la presentazione di Berlino, la prima (ho aggiunto tre dettagli):


«Questo che mi guarda il culo è il signor Berlino. *Bel quarantenne vero? Elegante, sbarbato, un vero signore. Beh,* è ricercato. Ventisette rapine: gioiellerie, case d’asta e camion. Il suo colpo più grande: la rapina agli Champs-Elysées a Parigi: quattrocento diamanti. È come uno squalo in una piscina, puoi farti il bagno con lui ma non puoi stare tranquilla. Era a capo dell’operazione.»


Siccome siamo in un romanzo – così lo immagino – ho aggiunto solo tre elementi descrittivi prestati dalla telecamera (Elegante, sbarbato, un vero signore). Sono utili a creare nel lettore la prima fotografia di Berlino.


Il resto del signor Berlino é tutto lì: passato (é un rapinatore di quelli cattivi), futuro (é il capo dell'operazione), presente (é il capo, é un squalo, non ti puoi fidare).


Non male, vero?


«Forte Michele, e questo basta?»


Assolutamente no. Lo ripeto: questo è solo uno dei mille modi per introdurre un personaggio SENZA fare la lista dei suoi connotati fisici.


Andiamo con le tre regolette:


*******


1) Regola numero uno: costruisci una scheda personaggio.

2) Regola numero due: distribuisci alcuni elementi della scheda personaggio nel romanzo. Non servono tutti ma tu li devi avere chiari.

3) Regola numero tre: rispetta le prime due regole.


*******


Nel Gaiman - scrittore americano del quale vi consiglio la Masterclass - afferma che scrivere é come guidare nella nebbia, con un faro solo. Ecco perché devi avere i dettagli dei tuoi personaggi: non saprai mai quando ti serviranno.


Credi che Alex Pina abbia costruito il signor Berlino così, man mano che le riprese andavano avanti o pensi avesse un’idea precisa di chi fosse?


«Scusa Michè, ma non so manco chi è sto Pina.»


Alex Pina è uno dei sette (7) sceneggiatori della casa di carta, ma è un dettaglio. La questione invece è: come costruisco una scheda personaggio?


La scheda personaggio è la carta d’identità dei tuoi personaggi. Bada, personaggi e non del solo protagonista.


Cosa trovi nella scheda? Nome e cognome, dettagli fisici, segni particolari, sesso, lavoro, istruzione, dove abita, dove é nato, se é sposato, e ancora,e ancora.


Ci devono essere tutti i dettagli anagrafici, ma anche molto di più. Pensiamo al connotato SESSO.


«Prontissimo, hai risvegliato la mia attenzione!»


Calma. Immagina, stai costruendo la scheda del signor Berlino. Riga Sesso: che scrivi?


Maschio; d’accordo, e poi? Berlino è gay? Che rapporto ha con la sua identità sessuale? E con il sesso in genere?


Berlino è innamorato? È corrisposto? È felice della sua vita sentimentale? Qual è il suo amore ideale?


Quali sono state le prime esperienze sessuali del Signor Berlino? Sono state soddisfacenti? Sono bei ricordi?


Nella sua vita, il signor Berlino, è stato molestato sessualmente? Come ha influito sulla sua vita e in particolare sulla sua vita sessuale?


A volte, per l’intreccio narrativo, è importante conoscere l’orientamento sessuale dei personaggi, in particolare se questo contribuisce a determinare alcune scelte o certi risvolti di trama. È utile, in particolare, se questi aspetti sono problematici e, in questo caso, probabilmente è utile anche conoscere alcuni episodi del passato.


Berlino è sposato? Che cosa pensa del matrimonio? E del divorzio? È una persona gelosa?


Queste cose le devi sapere “Prima” e poi disseminare.


In una scheda personaggio ci sono molti altri elementi e ricorda: non puoi essere d’accordo con tutti i tuoi personaggi! Non devono esserti tutti simpatici.


Facciamo un esempio: tu non sei una persona gelosa e ritieni che le persone gelose siano in generale delle persone che tendono a limitare la libertà altrui, dunque non le apprezzi.


Però, se nel tuo romanzo c’è una persona gelosa dovrai fare uno sforzo e metterti nei suoi panni: dovrai diventare geloso e comportarti come tale.


Sarà facile: non sei tu che parli, è il tuo personaggio, oltretutto attraverso la voce narrante (ma di questo parleremo altrove)!


Infine: non usare gli stereotipi.


Riascolta la presentazione e apprezza come alcune sfumature originali diano una connotazione precisa al personaggio. Siamo al minuto uno e Alex Pina ti ha fatto capire con chi hai a che fare.


Utile? Fammelo sapere nei commenti.


Dimmi, tu come lo costruisci un personaggio per un romanzo?


PS: ricordati che c'è in regalo un ebook su come costruire i personaggi e non è richiesta nemmeno la email 😉


Non perderti nulla e se ti è piaciuto segui la nostra pagina Facebook e visita la nostra pagina web
113 visualizzazioni0 commenti

Noi siamo the different House

Siamo artigiani della parola, seri, precisi e rispettosi degli impegni presi.

Scrivere è il nostro mestiere, lo facciamo con risorse interne ed esterne.

Ci avvaliamo di una rete di professionisti  altamente qualificati per rispondere a ogni tipologia di esigenza inerente i servizi editoriali.

Possiamo produrre un romanzo,  una biografia, un discorso politico, un articolo web, un redazionale, un copy per una headline o contenuti per la brand identity.

Lavoriamo con i nostri clienti e non per i nostri clienti; sembra una sfumatura ma non lo è, al contrario, è quello che ci permette di scegliere, di essere scelti, e di costruire grandi relazioni. 

Contattaci

Puoi contattarci per email scrivendo a:

 

info@thedifferenthouse.com

 

Partita IVA: 03900210133

REA: 405183

SdI: T9K4ZHO

Informazioni

 

Chi siamo

Cosa facciamo

Come lo facciamo

Blog

Chiedi

the different House ©2021  - Tutti i diritti riservati