PERCHÉ LA SCHEDA DI VALUTAZIONE AIUTA LO SCRITTORE

Aggiornato il: apr 30

Hai scritto un libro e l’hai fatto leggere ai tuoi amici, alle persone che ti sono più care, quelle di cui ti fidi. Quasi tutte, dopo la sorpresa iniziale dello scoprirti scrittore, hanno letto il manoscritto e, alla fine, ti hanno detto che è “molto bello” e che “sarebbe proprio da pubblicare”.


Potrebbe sembrare incredibile, ma hai ottenuto un giudizio unanime. Qualcuno come te, che ha vissuto la stessa esperienza, insistendo parecchio, cercando di tirar fuori qualcosa di più, ha abbozzato un “forse non è proprio perfetto, ma non saprei…”.


La scheda di valutazione per lo scrittore

Il risultato è fantastico. Ti inorgoglisce e ti rende fiero della tua opera. Finalmente potrai arrivare in libreria, vedere il tuo libro sullo scaffale, il tuo nome in copertina accanto a quello dei grandi Maestri. Quindi, invii il manoscritto a un po’ di case editrice e ti siedi comodo ad attendere i contratti. Ed ecco arrivare qualche rifiuto e molti, molti, silenzi.


In effetti, ripensandoci, ti era sembrata un po’ strana e rapida la via verso la Gloria, ma ora, con il manoscritto tra le mani, gli applausi degli amici da una parte e i rifiuti dall’altra, sei un po’ confuso. Perché le case editrici, le agenzie letterarie non hanno apprezzato il testo?


La verità è che i tuoi amici ti vogliono bene, ti danno opinioni da lettori che, sì, sono fondamentali per te, ma sei certo che siano giudizi affidabili? Quanti libri leggono all’anno? Conoscono le tecniche? E ti darebbero un giudizio negativo?


Se vuoi l’opinione e i consigli oggettivi di qualcuno che i libri li legge per professione puoi chiedere una lettura approfondita a un professionista. In questo articolo ti racconteremo che cos’è una scheda di lettura e a che cosa ti potrebbe servire.


Una premessa: la scheda non è un documento uguale per tutti, perché dipende dal testo e dipende dal redattore che la compila, ma qui cercheremo di mettere in evidenza quali sono gli elementi di base che dovresti trovare in ogni scheda compilata da un professionista.


Leggi anche: Come scrivere un racconto breve

Prima di tutto: che cosa fa il redattore? La persona che si prende in carico la tua scheda di lettura legge il tuo romanzo. Sì, tutto il tuo romanzo, dall’inizio alla fine. Solo dopo essersi fatto un’idea complessiva dell’opera può cominciare a scrivere i suoi commenti.


Quando acquisti una scheda di lettura verifica che questo avvenga (tra poco capirai come).


Cosa troverai nella scheda di valutazione?


Un breve riassunto. Prima di tutto la scheda prevede un riassunto del tuo libro. Il redattore in poche righe riassume la tua opera, perché? Perché in questo modo per te è possibile verificare se la storia e il messaggio che vuoi trasmettere sia comprensibile al lettore. Se il redattore scrive una sintesi diversa da quello che hai in testa, beh, verifica il tuo obiettivo.


Punti forti. La scheda riporta i punti forti del tuo testo, che possono essere i più svariati. Vuol dire che il redattore mette in evidenza quali aspetti della tua opera sono più significativi, più innovativi, più riusciti, anche più spendibili sul mercato, perché no? Può essere il linguaggio, la storia, la trama, i personaggi, l’incipit, la conclusione, ecc., oppure alcuni di questi elementi messi insieme.


La trama e l’intreccio. Ogni storia “promette” una trama e un intreccio e il redattore ti aiuterà a comprendere se questa promessa è mantenuta. Se i risvolti della trama sono stati sufficientemente toccati e sviluppati in modo da far comprendere in maniera adeguata tutta la vicenda o le vicende raccontate.


I personaggi. Nella scheda troverai alcune note riguardo i personaggi principali del tuo romanzo. I personaggi sono delineati in maniera chiara? Sono sufficientemente caratterizzati? Le relazioni tra di loro sono ben espresse? Hanno il giusto spazio all’interno della storia?


I dialoghi. C’è equilibrio tra testo descrittivo e dialoghi? Le battute di dialogo sono significative nel complesso della storia? Il linguaggio usato è coerente con i personaggi, l’epoca storica, il contesto? Le battute aiutano la storia a procedere o sono dei riempitivi?


macchina da scrivere
La scheda di lettura non si ferma alla grammatica e la sintassi ma approfondisce tutti gli aspetti del manoscritto

Grammatica e sintassi. Com’è scritto il testo? Fermo restando che in quanto autore potresti avvalerti di particolarità stilistiche che caratterizzano la tua scrittura e di questo è necessario tener conto, il redattore valuta se da un punto di vista grammaticale e sintattico il tuo scritto è corretto. Il redattore si preoccuperà di mettere in evidenza quali aspetti della tua scrittura sono da rivedere e correggere per rendere il testo leggibile. Darà anche qualche indicazione generale, se necessario, anche per quanto riguarda la punteggiatura.


Coerenza. Uno degli aspetti che può risultare a volte difficile da individuare è la coerenza interna dei vari elementi del testo. Significa che tutto, all’interno della storia, deve risultare coerente, altrimenti il lettore non crederà alla storia che stai raccontando. Quindi il redattore valuterà se i tempi sono rispettati, se gli episodi raccontati, il linguaggio, i personaggi, i dialoghi, sono tutti coerenti nel contesto definito, e tra di loro.


Punti da migliorare. Per ognuna delle aree sopradescritte il redattore avrà cura di inserire dei consigli per migliorare eventuali aspetti che ancora non sono ben espressi.


La scheda, quindi, è un punto di vista oggettivo. È una fonte di suggerimenti e di spunti che tu, in quanto autore dell’opera, potrai decidere se prendere in considerazione oppure no. Sono proposte che dovranno essere vagliate e applicate con l’obiettivo non tanto di correggere il testo affinché piaccia al redattore, ma valorizzarlo per le potenzialità che già possiede.


Il redattore, infatti, è una persona aperta, che prima di tutto cerca di cogliere il messaggio che tu, in quanto scrittore stai cercando di trasmettere. Inoltre, ti offre una visione trasversale, utile a comprendere se il tuo libro è pronto per essere presentato a una casa editrice.


Attenzione, quindi, non sprecare le occasioni: prima di inviare il tuo romanzo a una casa editrice, devi essere certo di aver espresso tutto al meglio, e al massimo delle potenzialità.


the different HOUSE propone schede di lettura molto approfondite, realizzate a quattro mani da due editor: visita la nostra pagina e scopri i prezzi.

Questo articolo è stato scritto da Michele Pelosi e Lucia Zago, editor di the different HOUSE. Ricordati che puoi sempre contattare the different House quando hai un piccolo dubbio stilistico e ti occorre un suggerimento. Ti aiuteremo gratis.


Non perderti nulla e se ti è piaciuto seguici su Facebook, Instagram o Tik Tok e visita la nostra pagina web

67 visualizzazioni0 commenti