PERCHÉ RIVOLGERSI A UN EDITOR E COME SCEGLIERLO

Aggiornato il: mar 31

Hai appena scritto la parola fine sul tuo romanzo. Hai speso giorni e notti a mettere “su carta” la tua storia. Sei soddisfatto e felice. E adesso? Cominciano a salirti tanti dubbi: si capirà bene quello che volevo dire? Sarà tutto giusto quello che ho scritto? Sarà tutto corretto? Chi lo ha letto, tra i tuoi amici, tra i tuoi parenti, ti ha detto che è molto bello, eppure, senti che il percorso per arrivare sugli scaffali delle librerie non è finito, anzi…


Chi potrebbe aiutarti adesso? Forse la risposta non è uguale per tutti, ma di sicuro una figura che potrebbe esserti utile in questo momento è un editor. Questo articolo cercherà di spiegarti perché e come la figura di un editor potrebbe, in alcuni casi, esserti molto utile.


Come scegliere un editor e perché

Che cosa fa un editor?


L’editor, prima di tutto, ti ascolta e ti accompagna verso una piena espressione del messaggio che vuoi trasmettere attraverso il tuo scritto.


Non significa che tu non abbia chiaro ciò che stai scrivendo, significa che grazie alla sua esperienza e alla sua sensibilità, l’editor ti saprà porre le domande giuste per approfondire il messaggio che hai in mente di trasmettere ai lettori e ti aiuterà a trovare la forma più adatta per esprimerlo.


Leggi anche: Come gestire la verità narrativa e la finzione

L’editor ti affianca non solo se hai già completato la tua opera, ma può essere un valido aiuto anche in fase di strutturazione della scaletta e degli intrecci.


Se lo desideri, l’editor può intervenire anche a un punto precedente rispetto la fine di un testo. Può capitare un momento in cui la storia che si sta scrivendo pare non funzionare. In alcuni casi, uno scambio con un professionista può aiutare l’autore a trovare un nuovo spunto o può stimolarlo a trattare la storia da un nuovo punto di vista, sbloccando in questo modo, il flusso di scrittura.


L’editor, una volta conclusa la scrittura, ti dà consigli su come limare, rimaneggiare, strutturare il testo per renderlo adatto alla pubblicazione.


Anche un’opera ben scritta e curata ha la necessità di essere revisionata per verificare la coerenza dei tempi verbali, la correttezza delle frasi, la comprensibilità dei periodi, fino alla valutazione degli aggettivi utilizzati e delle ripetizioni effettuate. Perfino semplificare alcuni concetti può aiutare ad alleggerire la lettura.


Una delle prime attività di un editor, infatti, quando si prende cura di un testo, è proprio quello di leggerlo con molta attenzione. A volte consiglierà di tagliare, a volte consiglierà di aggiungere. Ci possono essere testi che richiedono delle limature di parole, di frasi, periodi o addirittura di capitoli, o intere parti, ci possono essere testi che, invece, hanno bisogno di approfondimenti o integrazioni.


L’editor entra in ogni singola scena per verificarne necessità, la coerenza, l’impatto sull’insieme.


Immagina uno Sherlock Holmes della parola: una persona che non si accontenta dell’apparenza ma che va a indagare all’interno della struttura e del contenuto del testo, che si preoccupa di verificare ogni concetto espresso all’interno della storia, evitando di portare sulla pagina pubblicata delle incoerenze non solo stilistiche, ma anche storiche, geografiche, o temporali, ecc.


Leggi anche: 10 regole per scrivere una sinossi perfetta

L’editor può proporti tagli, aggiunte, oppure modifiche al testo, ma sarai sempre tu ad avere l’ultima parola e a decidere quali proposte integrare e quali no.


L’editor non decide al posto dell’autore. Il suo intervento è propositivo: in quanto esperto, l’editor può dare suggerimenti, consigliare alternative, ma il suo obiettivo non è quello di snaturare un testo o le particolarità di una scrittura, il suo compito è di renderle al meglio.


Ecco perché ogni proposta dovrà essere valutata e vagliata con l’autore, che avrà la libertà di decidere se accettare o meno il suggerimento.


Il viaggio dell'Eroe è alla base di moltissime storie
L'editor non si sostituisce mai all'autore

L’editor darà un giudizio sulla tua opera andando oltre il gusto personale.


La professionalità, la competenza e l’esperienza dell’editor gli permetteranno di non giudicare un testo sotto la lente del suo gusto personale. L’apertura al nuovo e al diverso è indispensabile per un approccio costruttivo a ogni testo: l’editor cercherà sempre di salvaguardare ciò che di originale, interessante, innovativo, un testo può trasmettere e si sforzerà sempre di dare un giudizio obiettivo, conoscendo i propri gusti ma sapendo metterli da parte per il bene di tutti quei lettori che hanno gusti differenti dai suoi.


L’editor, se fa parte di una casa editrice, ti aiuterà a far entrare il testo in una determinata collana; l’editor freelance, invece, ha un margine di manovra più ampio e ti darà consigli per presentarti al meglio alle case editrici.


Il lavoro su un testo è lungo e impegnativo e deve superare diverse fasi. È possibile che il testo affronti due tipi di editing: un primo editing per arrivare in casa editrice e un secondo per la pubblicazione vera e propria. In ognuno di questi casi l’intervento di editing sarà adeguato all’obiettivo e così il supporto offerto dall’editor.


In ogni caso l’editor è una figura dalla professionalità complessa e sfaccettata, ogni editor ha la propria formazione e una personale sensibilità. Lavorare con un editor al proprio testo può e deve diventare una esperienza soddisfacente e arricchente.


Scopri chi siamo


L’editor è un mentore.


Affrontare un editing professionale è come frequentare un corso di scrittura personalizzato. Accanto all’editor affronterai alcuni temi tipici dei corsi di scrittura creativa, ma ritagliati sul tuo bisogno. Dunque, bada bene alla disponibilità che ti sarà offerta. Ricordalo quando dovrai valutare il preventivo.


L’editor è un professionista da scegliere con cura.


La prima cosa che aiuta a scegliere è la trasparenza: un vero professionista si mostra in chiaro, con nome, cognome, indirizzo, telefono e fotografia. Esattamente come un negoziante dietro al bancone, il professionista ci mette la faccia. Chi non lo fa evidentemente non vuole rivelarsi, medita su questo.


La seconda cosa è distinguere i professionisti con Partita IVA dagli amatori.


La terza cosa, la più importante, è la prova: devi chiedere una prova concreta del lavoro che sarà sviluppato. Le referenze contano fino a un certo punto perché ogni libro, ogni autore, è una storia a sé. Invia il tuo manoscritto e chiedi una prova gratuita. Attendi la risposta e confronta almeno tre editor.


Valuta la le modalità operative: sarà disponibile per telefono? Una volta? Dieci? E in video? Il video è importante per ragionare a distanza su un testo. Sarà possibile? Quante volte? Dai importanza alla relazione: il rapporto editor – scrittore si basa sulla fiducia reciproca.


L’editor è un professionista e ha una parcella.


L’editor è un professionista della scrittura. Per intervenire su un testo impegna del tempo, mette a tua disposizione delle competenze, ti fornisce un supporto. Esattamente come un avvocato, o un architetto, lavora sulla base di un incarico professionale e il lavoro deve essere retribuito. Quanto costa? Dipende. Dipende da chi svolge il lavoro e dal tipo di intervento.


Nella nostra esperienza abbiamo visto di tutto: da 50 euro forfettari per un'opera illeggibile di 500 pagine ai 30,00 euro per cartella editoriale per un racconto amatoriale. Per questo è importante richiedere la prova e il preventivo: risparmiare non significa ottenere comunque un buon lavoro, ma non è vero nemmeno il contrario.


Domanda quante ore di lavoro saranno necessarie e moltiplicale per un costo medio orario di un professionista che hai in testa - l’elettricista, il fotografo, il medico - ti aiuterà a verificare le richieste.


Questo articolo è stato scritto da Michele Pelosi e Lucia Zago, editor di the different House. Ricordati che puoi sempre contattare the different HOUSE quando hai un piccolo dubbio stilistico e ti occorre un suggerimento. Ti aiuteremo gratis.


Non perderti nulla e se ti è piaciuto seguici su Facebook, Instagram o Tik Toke visita la nostra pagina web